• Facebook Clean
  • etsy-icon.png
  • Pinterest pulito
  • Twitter Clean

STORIA DI UNA TERRA E DEL COLORE CHE LE INSEGNÒ A SOGNARE

Il verde ramina, dall’ossido di rame, storie di vecchi camini e paioli, di vigne da curare, del mare più bello.

Il colore più povero e vecchio delle produzioni ceramiche, il più mobile e intimo, quello che devi immaginare, dai risultati differenti e temerari tanto quanto le emozioni dell’anima.

Il colore identitatario della ceramica tradizionale orvietana, ma anche il nome della mia prof di storia dell’arte al tempo che quest’idea d’acqua fra verde e celeste era solo il colore dei miei vestiti.

Storia di innamoramenti e conseguenze.




Archive